Musica

La musica si propone come un linguaggio in grado di abbattere le frontiere della comunicazione e allo stesso tempo di parlare al lato emotivo delle persone. Durante questi due anni di attività i giovani artisti che fanno parte dell’Ensemble Mshakht, circa 170, hanno avuto modo di entrare in contatto con numerosissime realtà, di sperimentarsi in attività concertistiche, didattiche e relazionali, di ricevere e trasmettere numerosi stimoli e hanno avuto la possibilità di confrontarsi con altri artisti, e non, sulle tematiche dell’arte ma anche e soprattutto su molteplici tematiche sociali e su quali siano i ruoli dell’arte all’interno di queste tematiche. Per rispondere a questo quesito si ritiene fondamentale innanzitutto allargare questa rete di relazioni tra artisti, creare molteplici situazioni in cui l’arte possa diventare qualcosa di fruibile per tutti (festival, concerti, mostre, etc), ampliare le conoscenze e sviluppare nuovi ambiti professionali.

-Residenze artistiche
Strumento principale per continuare ad ampliare il network di artisti. Come già sperimentato nel corso dei due anni di attività svolti, la residenza artistica si è rivelato lo strumento ideale per creare una connessione concreta e duratura tra i partecipanti e per farli sentire parte di qualcosa di più grande. La forma residenziale è fondamentale per dare ai giovani artisti la possibilità di confrontarsi e dialogare tra loro al di la delle attività pratiche e formative proposte. La struttura base di una residenza artistica prevede una durata minima di 5 giorni, con 20 partecipanti provenienti da almeno 5 città diverse che si ritrovano in un luogo diverso da quello della loro residenza (aspetto importante per ritrovarsi in un terreno neutro). E’ altresì importante che la residenza si concluda con una restituzione pubblica.

-Concerti e festival
Organizzazione di concerti sia a livello locale, con la partecipazione dei vari Ensemble Locali, sia a livello nazionale e internazionale con una selezionata rappresentanza di ogni gruppo musicale.
Organizzazione di un festival annuale della durata minima di tre giorni, da organizzare ogni anno in una città diverse e che ospiti realtà locali ed internazionali con momenti di spettacolo e momenti formativi (Workshop).
Nel 2019 è previsto il secondo Italian Tour per dare visibilità internazionale al lavoro che si sta costruendo sul territorio Iracheno e per consentire uno scambio e una occasione di arricchimento reciproco. Nei successivi anni è invece prevista l’organizzazione di un tour a livello Europeo.

– Formazione nell’ambito della musicoterapia e della didattica per la disabilità
Training formativi su vari livelli, con formatori internazionali, che forniscano ad un selezionato gruppo di giovani musiciste e musicisti gli strumenti per operare nell’ambito della musicoterapia e della didattica speciale per persone con disabilità. Nello specifico per poter acquisire le competenze per poter affiancare psicologi e psichiatri nell’ambito dei numerosi progetti di mental health presenti sul territorio.

– Attivazione Laboratori produzione strumenti musicali (studio di fattibilità e apertura Laboratorio pilota).
La liuteria Irachena, con particolare attenzione alla costruzione degli Oud (liuto arabo) ha una tradizione molto specifica che purtroppo, a causa dei numerosi anni di guerra e le difficoltà oggettive a reperire materie prime per la liuteria, si sta perdendo.
A tale scopo si intende effettuare uno studio per vagliare la fattibilità e la sostenibilità di percorsi formativi per giovani liutai. A seguire ed in base ai risultati ottenuti si valuterà la costituzione di corsi di formazione permanenti di liuterie e l’apertura di un Laboratorio Artigiano Pilota.

-Corsi di formazione per tecnico del suono
Training formativi per apprende le tecniche di microfonazione, registrazione, editing e mastering nell’ambito della produzione discografica, produzione videoclip, cinematografica.
Training formativi per apprendere tecniche di amplificazione per concerti, conferenze e spettacoli di ogni genere.

– Realizzazione di nuovi CD
E’ prevista la realizzazione di un nuovo CD una volta all’anno, che mantenga l’idea di condivisione, dialogo e interazione di diversi linguaggi artistici come rappresentati nel primo CD, Walking Sounds.