Chi siamo

Walking Arts – Art Culture & Heritage  è frutto di un percorso iniziato nel 2016 dall’Associazione Ya Basta all’interno dei Centri giovanili, coordinati dall’ONG Un ponte per, per favorire la coesione sociale tra le differenti comunità presenti in Iraq attraverso i linguaggi artistici. 

Attraverso i Laboratori di musica condotti dal musicista Luca Chiavinato si è sviluppata l’Ensemble musicale Mshakht, formato da ragazzi e ragazze diversi per appartenenza, etnia e religione. Attraverso i Laboratori di fumetto del fumettista Claudio Calia si è avviato un percorso collettivo di fumettisti insieme a Karge Comics Studio di Sulyamanihya. 

Dal allora ad oggi si sono svolte attività artistiche in tutto il territorio iracheno che hanno coinvolto giovani provenienti da tutte le diverse comunità come: workshop, concerti, collaborazioni con la società civile, partecipazione a diversi forum su varie tematiche, esposizioni e mostre, realizzazioni di pubblicazioni editoriali e musicali.

All’interno di questo percorso, nella discussione con i giovani dell’Ensemble MSHAKHT ed altri, è nata la proposta di fondare una ONG, legalmente costituita con base a Baghdad per favorire lo sviluppo di percorsi artistici a scopo sociale in tutto il paese. 

Nel 2019 si costituisce l’ONG Walking Arts – Art, Culture & Heritage con sede a Baghdad.

Il nostro percorso

2020

Maggio

27 maggio 2020 è andata in onda a livello nazionale nella Tv Al-Iraqiyah una lunga intervista, accompagnata da pezzi musicali in diretta dedicata all’Ensemble Mshakht.
Nell’ intervista si è parlato della nascita e dello sviluppo dell’Ensemble musicale.
INFO COMPLETE

In questo mese si sarebbe dovuto svolgere a Sulaymanhya un Corso di fumetti, in continuità con quelli realizzati con Claudio Calia. Vista l’impossibilità degli spostamenti il Corso si svolgerà tra giugno e luglio on line.

Marzo – Aprile

L’arrivo del Coronavirus cambia completamente scenario all’intero paese. Come in tutto il mondo anche in Iraq la gente è chiusa in casa per il lockdown. Per cui la pandemia con le sue limitazioni si aggiunge ad una situazione già di per se complessa, tipica di un paese che vive in una sorte di guerra permanente.
In tempi di isolamento nelle proprie case, attraverso Instagramm, Mshakht ha continuato a suonare. Gli appuntamenti partiti come un esperimento, per altro difficile in un paese dove le connessioni alla rete sono lente, lentissime a dimostrazione di come agisca in maniera geopolitica il digital divide, sono diventate lo specchio ricchissimo di quello che sta dietro Mshakht e Walkig Art.
INFO COMPLETE

A marzo era stato invitato a Padova Shirwan Can per partecipare di nuovo al Festival BeeComics dopo la prima venuta nel 2019. Ovviamente il viaggio non si è potuto effettuare per il blocco dei voli dovuto al Covid19 ma si è deciso di pubblicare lo stesso il libro di Shirwan, prima graphic novel di un fumettista iracheno.

5 aprile il gruppo Mshakht ha fatto un concerto live tramite la radio neozelandese “Voice of Aroha”. Una stazione radio diretta da Wellington da un gruppo di ex-rifugiati con il supporto della comunità locale ed il cui scopo principale è dar voce a culture differenti tramite la valorizzazione di tradizioni musicali, culturali e dibattiti a sfondo politico e sociale in un ambiente confortevole e sicuro per tutti e tutte.
CONCERTO ON LINE

Gennaio – Febbraio

Nell’interno mese si svolgono diverse attività di animazione sociale attraverso la musica sia con anziani che con soggetti con disabilità.
INFO COMPLETE

2019

Dicembre

Il 7, 8 e 9 dicembre all’interno del Progetto Arte per il sociale si è svolto a Sulaymanhiya presso il Monastero Deir Mar Musa un primo Traning dedicato all’utilizzo dei diversi linguaggi artistici a scopo sociale e terapeutico. La formula scelta per il Traning è stata quella della condivisione con esperti internazionali degli orizzonti a 360 gradi in cui possono essere usati i diversi linguaggi artistici in situazioni di disagio sociale, disabilità e trauma psicologico. I relatori sono intervenuti in web conference interattiva con i partecipanti in Iraq e ad ogni sessione è seguito un confronto e scambio che si è tradotto in attività laboratoriali specifiche.
INFO COMPLETE

Dopo il Traning gli attivisti di Walking Arts si sono recati a Mosul per partecipare all’Assemblea Preparatoria del primo Forum per la Pace di Mosul, che si terrà a gennaio 2020.

Dal 25 novembre al 10 dicembre si svolgono in tutto il mondo i “16 Giorni di Attivismo contro la Violenza di genere”. Una campagna iniziata nel 1991 dal Women’s Global Leadership Institute e che continua con il coordinamento del Center for Women’s Global Leadership, con il supporto dell’ONU. All’interno delle giornate in collaborazione con il Consolato Italiano di Erbil si sono svolte numerose attività, tra cui diverse gestite dall’ONG Walking Arts – Arts Culture & Heritage.
INFO COMPLETE

Novembre

Dal 31 ottobre al 22 novembre si è svolto Walking Sounds Tour #2, la tournèe italiana dei giovani musicisti iracheni Saman Karem, Niwar Issa, Zhalian K. Amed e Mohammed Abdullah.
La tournèe è stata una partecipata attraversata dell’Italia dal Veneto alla Campania. Diversi i contesti e gli scenari ma uguale la condivisione che si è creata tra la delegazione irachena e chi ha partecipato ai numerosi momenti di incontro e concerto.
INFO COMPLETE TOUR ITALIANO
INFO COMPLETE TOUR IN VENETO

Ottobre

Tunisia: all’interno del progetto Jasmin, coordinato da Overseas e Cefa, l’Associazione Ya Basta ha iniziato le attività pilota sui linguaggi artistici.
Sono stati svolti:
- due Laboratori di musica con Luca Chiavinato
INFO COMPLETE
due Laboratori di fumetti con Claudio Calia
INFO COMPLETE

Luglio

Claudio Calia ha tenuto tre workshop promossi da Hiwa Foundation a Erbil, Suleymania e Baghdad, più uno nel campo profughi di Arbat organizzato da Un Ponte Per… nell’ambito del progetto DIMMI. I corsi strutturati da Hiwa Foundation hanno l’obiettivo di creare una nuova generazione di autori di fumetti in Iraq, con il progetto di realizzare nel 2020 il primo festival internazionale di fumetto a Suleymania.
INFO COMPLETE

Nuovo Workshop musicale tenuto da Luca Chiavinato nella piana di Ninive all’interno del progetto “Malteser” di Un Ponte Per.
Concerto dell’Ensemble Mshakht nell’antico Anfiteatro di Babilonia in occasione dell’annessione di Babilonia come patrimonio dell’UNESCO. Il concerto è stato realizzato in collaborazione con il Ministero della Cultura Iracheno ed è stato trasmesso da numerose reti televisive Irachene.

Giugno

Concerto a Baghdad in collaborazione con il Consolato Britannico, a Duhok in collaborazione con la ONG locale Qandil, a Erbil in collaborazione con l’agenzia delle Nazioni Unite UNDP e sempre ad Erbil in collaborazione con KRI government – Art & Culture Directorate e con il Consolato Italiano.

Maggio

Concerto dell’Ensemble Mshakht a Duhok per la comunità Yazidi in occasione dei festeggiamenti del Nawroz.
Concerto a Najaf in occasione della conferenza Tahawer – Understand Najaf organizzata dal Consolato Britannico.

Padova: Laboratorio musicale a cura di Associazione Ya Basta e tenuto da Luca Chiavinato in collaborazione con Jamigrants all’interno del progetto DIMMI per la creazione di un Ensemble multiculturale locale a Padova.

Aprile

Partecipazione e concerto dell’Ensemble Mshakht al primo Water Forum, organizzato da Un Ponte Per… in collaborazione con la ONG Irachena Humat Dijlah, a Sulaymaniya.

Meeting a Baghdad tra la ONG Walking Arts e diverse organizzazioni artistiche per pianificare future collaborazioni.

Residenza artistica ad Erbil nell’ambito del progetto biennale “Malteser” coordinato da Un Ponte Per… con 25 giovani musiciste e musicisti provenienti da diverse città della piana di Ninive tra cui Mosul, Nimrud, Bashiqa, Qaraqosh, Menarat al Shabak e Bartella. La resistenza artistica ha dato vita al sesto polo dell’Ensemble Mshakht ed è terminata con un concerto a Qaraqosh.

Italia: Laboratori di fumetti a cura di Associazione Ya Basta e tenuto da Claudio Calia all’interno del progetto DIMMI di storie migranti, coordinato da UPP, a Padova, Monza e Pisa con giovani studenti degli istituti superiori.

Marzo

Arriva per la prima volta il fumetto iracheno in Italia: Oblò APS organizza la mostra “C’è fumetto in Iraq” nell’ambito di “Be Comics – Festival del fumetto e della cultura Pop” a Padova, esponendo una quindicina di artisti e ospitando Shirwan Can, docente dell’Accademia di Belle Arti di Suleymania e anima della Tobacco Factory e del Karge Comics Studio. Per l’occasione Viene pubblicato l’albo “Un Oblò sull’Iraq”, la prima antologia al mondo di fumetto iracheno.
INFO COMPLETE
INFO OBLO SULL’IRAQ

Concerto dell’Ensemble Mshakht presso la Duhok Art Gallery. In questa occasione è stato siglato un accordo con la Galleria di Arte Moderna di Duhok per tenere concerti regolarmente, con cadenza mensile.

Febbraio

Erbil, concerto dell’Ensemble Mshakht presso il Saad Abdullah Palace Conference Center, organizzato dall’Agenzia delle Nazioni Unite UNDP in collaborazione con l’organizzazione Rwanga. Il concerto è stato trasmesso in live-streaming dalle reti televisive Rudaw TV e WAARmedia.

Gennaio

Partecipazione dell’Ensemble Mshakht alla conferenza ICSSI a Baghdad per parlare del ruolo dell’arte a livello sociale e per presentare la nostra strategia per i prossimi anni. In questa occasione, per la prima volta, è stata presentata la nascente ONG Walking Arts.
L’Ensemble ha inoltre tenuto un concerto di chiusura del convegno.
INFO COMPLETE

2018

Dicembre

Concerto dell’Ensemble Mshakht nella Cittadella di Erbil per l’Organizzazione delle Nazioni Unite UNV in occasione dell’International Volunteer Day.

Novembre
Concerto dell’Ensemble Mshakht ad Erbil invitato dal Kurdistan Parliaments Union

Arrivano in Italia per il primo Tour Italiano Walking Sounds tre giovani musicisti dell’Ensemble MSHAKHT che svolgeranno 14 concerti assieme a musicisti italiani e numerosi incontri sia con la cittadinanza che con più di duemila studenti tra scuole medie, superiori e università tra Padova, Mogliano Veneto, Mestre, Torino, Monza, Grosseto, Pisa, Napoli e Roma . Durante il Tour viene esposta la Mostra a fumetti “Mesaha Comics – Storie a fumetti dall’Iraq”curata da Oblò-APS che propone tavole realizzate da giovani fumettisti iracheni partecipanti al workshop presso la Tobacco Factory. Il tour è stato organizzato in collaborazione con UPP, Ya Basta, Comune di Padova e di Mogliano Veneto.
INFO COMPLETE

A Rabat si svolge il Laboratorio di fumetti Disegnare il futuro, scambio giovanile con ragazzi italiani, marocchini e subsahariani
INFO COMPLETE

Collaborazione dell’Ensemble Mshakht con il Consolato Italiano di Erbil in occasione dei “16 giorni contro la violenza sulle donne”. In questa occasione sono stati organizzati workshop, incontri e concerti ad Erbil, Duhok, Sulaymaniya, Halabja e Mosul. Il concerto di Erbil, alla presenza delle principali istituzioni Irachene e Internazionali, è stato trasmesso in live streaming dalle reti televisive WAARmedia e Kurdistan24.
Ad Halabja è nato in questa occasione il quinto polo dell’Ensemble Mshakht.

Concerto a Baghdad presso Al-Fesalya Caffè – Karrada

Partecipazione dell’Ensemble Mshakht all’Iraqi Social Forum di Baghdad con un concerto e un intervento per discutere il ruolo della musica nella costruzione dei dialoghi di pace.

Ottobre

Due concerti dell’Ensemble Mshakht in occasione del secondo Kurdistan Social Forum a Sulaymaniya.

Settembre

Nuovo Laboratorio di fumetti questa volta dedicato a giovani già appassionati, proprio nei locali della Tobacco Factory, all’interno della quale è nato il Karge Comics Studio, primo studio professionale dei mestieri del fumetto in Iraq.

Workshop musicale di una settimana a Baghdad con la partecipazione di 25 giovani musiciste e musicisti Iracheni residenti a Baghdad, Najaf e Basra che ha visto la nascita del quarto polo dell’Ensemble Mshakht (già presente nelle città di Erbil, Duhok e Sulaymaniya).

Concerto dell’Ensemble Mshakht presso la Duhok Art Gallery in occasione dell’International Music Day.

L’Associazione Oblò – APS, dedicata alla divulgazione del linguaggio del fumetto, ospita nel numero due dell’omonima rivista la prima storia a fumetti irachena pubblicata in Italia.
INFO COMPLETE

Agosto

Concerto dell’Ensemble Mshakht in occasione del Mrwary festival a Sulaymaniya
VIDEO

Luglio

Concerto dell’Ensemble Mshakht in occasione dell’European Union Day
VIDEO

Aprile

Nell’ambito del progetto “Grow Up Together” si svolgono Laboratori di musica e fumetti.
E’ durante questa visita che avviene l’incontro con il progetto “Tobacco Factory”, una enorme struttura nel centro di Sulymaniya dedicata al coinvolgimento di giovani impegnati in attività culturali e artistiche, con il sostegno del governatorato curdo e della Hiwa Foundation.
INFO COMPLETE

Il Laboratorio di fumetti di una settimana si svolge presso le strutture del Monastero Mar Musa di Sulymaniya, vi partecipano curdi, sfollati interni e rifugiati.

Due Laboratori di musica con la partecipazione di 60 ragazze e ragazzi si svolgono presso il centro giovanile del campo per rifugiati siriani di Arbat e presso il monastero Mar Musa di Sulymaniya e si concludono con due concerti pubblici, il primo nel campo di Arbat e il secondo presso la chiesa del monastero.
VIDEO

L’ensemble Mshakht è invitato dall’organizzazione Irachena Bridging communities in Ninewa Governorate, con il contributo dell’organizzazione tedesca GIZ, a tenere due concerti per la pace a Qaraqosh e Bashiqa nelle piana di Ninive.

Primo incontro a Baghdad con le ragazze e i ragazzi dell’Iraqi Social Forum per organizzare un Workshop con lo scopo di replicare l’esperienza nata in Kurdistan.
In questa occasione si è tenuto un incontro con giovani artisti iracheni presso il Karrada Cultural Center per discutere il ruolo della musica all’interno della società.
VIDEO

Concerto organizzato dall’Ambasciata Italiana presso l’Iraqi-Italian Center for Archeological Sciences

2017

Dicembre

Esce il CD Walking Sounds, prodotto e distribuito dall’etichetta discografica Caligola records in collaborazione con l’Associazione Ya-Basta e Un Ponte Per…
Il cd viene presentato in Iraq con una serie di concerti in occasione del primo Kurdistan Social Forum ad Erbil e durante la conferenza di ICSSI a Sulymaniya.
INFO COMPLETE

Esce il libro “Kurdistan. Dispacci dal fronte iracheno”, edito da BeccoGiallo Editore in collaborazione con Associazione YaBasta – Caminantes: un resoconto a fumetti delle testimonianze raccolte da Claudio durante il suo viaggio
INFO COMPLETE

Settembre

A partire dal materiale musicale registrato in Iraq e in collaborazione con 6 musicisti padovani è stata completata la registrazione del CD presso lo studio di registrazione Franz.Suono di Padova.

Seconda edizione a Padova del traning course Story border Balcanic Route, con la partecipazione di giovani macedoni, bosniaci, greci ed ungheresi ed italiani
INFO COMPLETE

Luglio

All’intero del progetto Fursa coordinato da Un ponte per … si svolge ad Erbil e nel campo per rifugiati Siriani di Domiz la prima residenza artistica che ha visto la partecipazione di 20 ragazze e ragazzi provenienti da diverse città e campi per rifugiati del Kurdistan Iracheno. La residenza è nata per offrire la possibilità di un confronto e dialogo tra giovani artisti provenienti da diverse comunità e background culturali con lo scopo di costruire un terreno comune di lavoro.
Da questa prima esperienza è nato l’ensemble musicale Mshakht formato da musicisti Iracheni, Siriani, Kurdi, Yazidi, Kakai’, Cristiani e Shabak.
L’ensemble in questa prima fase ha tenuto quattro concerti (a Erbil, Duhok e nel campo per rifugiati siriani di Domiz) e sono state registrate le musiche che daranno vita al CD Walking Sounds.
VIDEO

2016

Novembre

A Padova si svolge Story Border, training course coordinato da Xena finanziato dal programma europeo Erasmus+ sul linguaggio del giornalismo a fumetti a cui partecipano ragazze e ragazzi provenienti da Italia, Francia, Spagna, Marocco e Tunisia.
INFO COMPLETE

Luglio

Saman Kareem e Hana Barzinji, giovani animatori dei centri giovanili di UPP vengono a Padova dove si incontrano con diversi artisti locali, tra cui Luca Chiavinato. Da questo fortunato incontro nasce l’idea di realizzare in Iraq delle residenze artistiche musicali.
INFO COMPLETE

Giugno

Il fumettista Claudio Calia si reca nel Kurdistan iracheno dove realizza tre laboratori di fumetto nei centri giovanili gestiti da Un Ponte Per… a Erbil, Dohuk e Suleymania. Il fumetto in questo caso non è stato utilizzato tanto come una “formazione a un mestiere”, ma piuttosto come linguaggio in grado di fare comunicare tra di loro giovani di provenienze geografiche e linguistiche differenti. In seguito a questo viaggio nel dicembre 2016 si è data alle stampe la pubblicazione “Dispatches from the Iraqi Kurdistan”, un albo di 48 pagine in inglese e arabo realizzato da Claudio Calia come promozione delle attività dei centri giovanili.